SERIE C BASEBALL: ADDIO SOGNI DI GLORIA

bovisio-lodi

Buffaloes superati in casa dal Lodi

Partiamo dal presupposto che per 7 inning abbiamo assistito finalmente ad una discreta partita. Combattuta, tirata, agonisticamente valida con Bovisio e Lodi a viso e cuore aperto alla caccia di una vittoria probabilmente decisiva. I Bufali non avevano alternative: un successo significava poter cullare ancora il sogno play-off; gli Old Rags dalla loro erano alla ricerca di quella vittoria che avrebbe in un sol colpo cacciato indietro una avversaria diretta e contemporaneamente regalato la leadership nella graduatoria di campionato.

Sette inning belli, intensi con alcune egregie giocate da una parte e dall’altra che hanno divertito il numeroso pubblico accorso sugli spalti del Natalino Indrigo. I Buffaloes appaiono subito lontani parenti della compagine vista all’opera nella disastrosa trasferta di Seveso di sette giorni orsono mettendo ancora una volta in risalto una lacuna più volte rimarcata in passato: adagiarsi all’avversario invece che macinare gioco, valide e concentrazione. Dopo tre inning di studio con le squadre inchiodate sullo 0-0, al 4° Lodi passa a condurre grazie a 3 punti frutto di un fuoricampo da 2 di Colon e da un doppio di Meazza che rompono la verginità del tabellone. Ma i Buffaloes reagiscono e nella seconda parte della stessa ripresa agguantano il pareggio grazie ai singoli di Vaghi e Pezzutto e a due basi balls concesse dallo starter avversario, l’ex Nodari.

gabbari dag out

Sul 3-3 finisce la partita del partente biancorosso Gabbari che subisce sì il primo homer della sua breve carriera ma mette ancora una volta in mostra le enormi qualità di terribile quindicenne (pregevole un pick-off al 2° in prima base). Al suo posto Escalante che al quinto inning vede gli Old Rags portare a casa 4 punti in virtù di due doppi, un sacrificio e 3 basi per balls da lui concesse.

pezzutto catcher (1)  foglio prima base

Potrebbe subentrare un certo scoramento ma i Bufali sotto l’incitamento soprattutto dei mai domi Steo e Ricky si riprendono e nella parte bassa del 6° si riportano nuovamente in parità: prima un doppio di Vaghi, poi un singolo di Pezzutto e quindi una genialata di Putti che dopo una palla persa del catcher avversario finge di proseguire la sua corsa sulle basi oltre la terza traendo in inganno lo stesso ricevitore che sorpreso dal movimento di Patrizio lancia in terza regalandogli l’opportunità, con astuzia e rapidità, di rubare casa base e segnare il punto del momentaneo 7-7.

putti punto

Ma le partite non durano, di norma, 7 inning ed all’8° arriva il tracollo biancorosso. Al rilievo Escalante si accenda la spia delle batteria ed il buon Crippa non può che cercare di arginare una alluvione oramai alle porte. Prima Arienti (RL 0 BB 3) e poi Vaghi (RL 0,1 BV 1 SO 1 BB 2 DB 1) inutilmente provano a frenare l’avanzata del Lodi che grazie a 2 valide e ben 7 basi balls ed un colpito realizza sette punti e porta a casa una vittoria tanto voluta quanto meritata. Da qui alla fine della stagione c’è l’occasione di provare qualcosa di nuovo e dare spazio a tutta la rosa con la consapevolezza che l’orgoglio Buffaloes non può scemare per una stagione non esaltante

scivolata in seconda