SERIE C BASEBALL: I BUFFALOES TORNANO ALLA VITTORIA CONTRO IL SARONNO

saluto bovisio-saronno

Lo stadio Natalino Indrigo ha ospitato ieri pomeriggio una partita per squadre in convalescenza. Il Saronno (3 vittorie su 7 partite giocate e reduce da uno sfortunato campionato di Serie B nella passata stagione), vive un momento delicato ed è alla prese con una specie di sindrome di Osgood-Schlatter, la malattia della crescita che sta accompagnando una rosa di giovanissimi ancora inesperti ma che con volontà ed abnegazione da vendere sta cercando di riportare la società ai suoi livelli più consoni; i Buffaloes invece sono stati contagiati da un particolare tipo di Alzheimer precoce dal quale si può guarire con pazienza ed un po’ di medicina vecchio stampo.

post bovisio-saronno

Come già sette giorni prima il cielo minaccia pioggia (l’incontro è stato sospeso per una ventina di minuti) rendendo ancor più tetra la vigilia del match tra i varesini ed i Buffaloes reduci dalla sconfitta con l’Ares e dalla negativa prestazione di settimana scorsa con il Legnano. Manager Crippa non ha molte opportunità e schiera come lanciatore partente il giovane Gabbari non potendo utilizzare Scalisi impegnato il pomeriggio di sabato con l’Under 18. Pezzutto non ce la fa e dietro il piatto di casa base si ripresenta il jolly Boccato con Foglio in prima, Zappella in seconda, Scalisi in terza ed il rientrante Miraglia nel ruolo di interbase. Agli esterni Neri, Putti e Lazzarini junior con Buila battitore designato. I biancorossi partono forte con il desiderio di dimenticare alla svelta il momento negativo. Al primo inning il lead off Boccato viene colpito e poi sfrutta un singolo di Zappella ed un successivo errore del seconda base avversario per segnare il primo punto dell’incontro. I Buffaloes poi riempiono le basi ma non riescono a capitalizzare il momento propizio. Saronno comincia a carburare ad al terzo inning passa in vantaggio. Gabbari vive un momento di difficoltà. Concede tre singoli ed una base per balls. La difesa non l’aiuta, si rende protagonista di tre incertezze ed il Saronno si porta sul 2-1. Nella parte bassa del terzo arriva comunque il pareggio per i Bufali grazie ad un singolo di Zappella seguito da un doppio di Miraglia. Ma è soltanto al 5° che la partita vive il suo primo sensibile sussulto quando Bovisio comincia a sentire il beneficio dei medicinali prescritti e con 4 singoli (tra cui due doppi) segna 3 punti e fa registrare il primo allungo del match. Al 7° però un Saronno mai domo accorcia le distanze pur senza colpire valide contro il rilievo Arienti subentrato all’inizio del quinto inning. Sono infatti due basi balls, 2 lanci pazzi ed un errore difensivo a consentire ai varesini di portarsi sul 3-5. I Buffaloes capiscono che è il momento di fare sul serio e nella seconda parte dell’ottavo realizzano ben 6 punti con 2 singoli (Lazzarini senior e Neri) e ringraziando soprattutto i varesini per alcune incertezze difensive che mettono la parola fine alla partita. In conclusione sono le 10 valide biancorosse contro le 5 battute dagli avversari mentre resta da sottolineare la scarsa precisione dei pitcher impiegati: Bovisio concede 9 basi balls e 2 battitori colpiti; Saronno regala 6 basi per balls e 3 DB. Ma per non essere da meno anche gli attacchi non hanno brillato subendo ben 13 K (quello varesino) e 11 quello nostrano. Insomma una prestazione di squadre che stanno cercando di uscire dai loro rispettivi tunnel. E per i Buffaloes non c’è tempo per recuperare gradatamente in quanto sabato sera il calendario propone in Intergirone la sfida in notturna a Rho (ore 20.30) contro la rappresentativa locale leader del Girone C di campionato

fine bovisio-saronno