SERIE C BASEBALL: BUFFALOES SALVATI DALLA PIOGGIA CONTRO UNO SFORTUNATO LEGNANO

bovisio-legnano

Nel baseball qualche volta si vince, qualche volta si perde e qualche volta….la pioggia ti salva. Parafrasando una celebre frase che ha fatto la storia del cinema proviamo ad analizzare una delle peggiori partite disputate dai Buffaloes negli ultimi anni. Nel dag-out durante la fase di riscaldamento del match con il Legnano, risuonava la musica di Jump dei Van Halen, simbolo di un lancio coraggioso che deve cancellare la sconfitta subita sette giorni prima al Saini contro l’Ares.

Ma il team commette un grave errore: dimentica a casa l’elastico da stringere attorno alle caviglie. Il colore del cielo sembra presagire qualcosa di tetro ma al momento dello scambio a casa base dei line up un raggio di sole sembra portare un pizzico di allegria. Nelle file biancorosse sono assenti Miraglia e l’infortunato Pezzutto e così manager Crippa opta per Arienti sul monte di lancio con Boccato catcher. In prima c’è Foglio con il giovane Lazzarini in seconda, Zappella spostato in terza ed il rookie Gabbari nel delicato ruolo di interbase mentre agli esterni si posizionano Neri, Putti e Buila con Lazzarini senior battitore designato.

arienti mound

Lo starter dei Bufali è atteso da una prova convincente ed appare teso ma determinato. Ma già al 1° inning è chiaro che la giornata non sarà delle più semplici. Uno scellerato ed inutile tentativo di doppio gioco spiana la strada al coriaceo Legnano che sfrutta un ulteriore errore difensivo per volare sul 3-0. E’ già il momento di resettare il cervello e per fortuna i Buffaloes vi riescono riuscendo a pareggiare le sorti del match con un singolo di Boccato, un doppio di Buila ed un sacrificio di Neri conditi da un errore dell’esterno destro avversario. Si riparte quindi da zero ed al secondo Bovisio porta avanti la testa con due punti frutto di tre singoli marchiati Gabbari, Boccato e Neri. Il match a questo punto vive un momento di impasse. Arienti capisce che nel baseball non bisogna inventarsi niente. Pensa solo a lanciare la pallina nella zona di strike e poi la difesa svolge il suo normale lavoro di routine.

bovisio-legnano bis

Ma il cinema, quello vero, sta per cominciare. Ed al 5° Bovisio regala un video da mostrare ai più giovani dal titolo eloquente: tutto ciò che non bisogna fare per giocare a baseball. Basi balls regalate, lanci pazzi, errori che nemmeno nel peggior match tra scapoli ed ammogliati puoi vedere. Risultato: Legnano segna 7 punti ma con 0 eliminati e basi piene ecco che Indra (la dea della pioggia per gli indiani) decide di inviare un doppio segnale: interrompere un tale scempio e dare ai Buffaloes un’altra, forse ultima, opportunità. Il violento temporale costringe gli arbitri a sospendere prima ed interrompere definitivamente poi il match che verrà rigiocato in data da destinarsi. Ma aldilà del colpo fortuito è necessaria una attenta e dura presa di posizione da parte di manager Crippa che difficilmente avrà chiuso occhio domenica notte. La squadra è apparse molle, incapace di reagire, svogliata, in poche parole inguardabile. Nella vita sportiva i treni passano raramente ed è il momento di presentarsi convinti alla stazione per non perdere la giusta coincidenza