OGGI ACCADDE: 27 MAGGIO 1960

knuckleball   1960-Clint-Courtney-mitt

Negli anni ’50 e ’60 acquistò sempre maggiore importanza nel baseball a stelle e strisce la knuckleball ovvero quel lancio in cui i pitcher impugnano la pallina con le nocche della mano dando alla sfera una traiettoria imprevedibile.

Con questo tipo di lancio la palla ha solo lievissime rotazioni e ciò comporta parabole irregolari che mettono in seria difficoltà i battitori. Ma non solo. Anche i ricevitori odiano questo tipo di lancio che spesso crea problemi aumentandone la personale graduatoria delle palle perse dietro il piatto di casa base. Nel 1960 uno dei principali fautori della knuckleball era il pitcher di Baltimora Hoyt Wilhelm e l’allora manager degli Orioles Paul Richards “rinnovò” il design del guanto da catcher aumentandone la circonferenza fino a 45 pollici. Il primo ad indossare questo “guantone” fu Clint Courtney in occasione del match vinto dagli Orioles 3-2 allo Yankees Stadium in una partita stranamente senza palle perse o lanci pazzi