OGGI ACCADDE: 10 MAGGIO 1910

purtell 10 maggio

Provate a concentrarvi e scegliete qual è la più “brutta figura” che un giocatore può fare durante una partita di baseball. Fatto? Ok. Qualcuno avrà ricordato la clamorosa cappella all’esterno centro su un fly agevole; qualcun altro maledirà quel giorno in cui con due out non ha lanciato in prima per chiudere l’inning tentando invece di eliminare inutilmente il corridore più avanzato.

Ci saranno stati alcuni che sono ancora arrossiti per quella malvagia e bastarda pallina passata sotto le gambe; altri ancora che con zero out sono partiti dalla prima verso la seconda senza attendere la presa al volo dell’avversario venendo poi “uccellati” sul sacchetto di partenza. Ma anche se fa parte del gioco una delle situazioni che più ci ha fatto e ci fa imbestialire è prendere un sonante CAPPONE soprattutto se con compagni in base. C’è un uomo che suo malgrado ha fatto un pezzo di storia negli strike out subiti. Si tratta di Bill Purtell (classe 1886) giocatore tra il 1908 e il 1914 di Chicago White Sox, Boston Red Sox e Detroit Tigers. Durante il 6° inning di White Sox-Senators William Patrick “Billy” Purtell diviene il primo giocatore nella storia delle Majors a subire due eliminazioni al piatto nel corso della stessa ripresa (per mano del mitico pitcher Walter Johnson)