OGGI ACCADDE: 19 FEBBRAIO 1953

williams-ted

Che Ted Williams sia conosciuto come uno dei più grandi battitori di tutti i tempi è risaputo; che sia stato votato nella squadra del secolo per la Major League altrettanto; che i Boston Red Sox (franchigia per la quale ha giocato tutta la carriera) lo reputino uno dei suoi atleti più rappresentativi tanto da ritirare la sua mitica casacca numero 9 anche. I suoi successi sono numerosi ed invidiabili: 2 volte MVP dell’American League; 19 partecipazioni all’All Star Game, 2 Triple Corone del 1942 e nel 1947; 6 volte miglior battitore dell’AL; 4 volte leader dei fuoricampo della Lega; 4 volte 1° nella graduatoria dei punti battuti a casa. Una media battuta vita straordinaria di 344 con all’attivo 2654 valide, 521 fuoricampo e 1839 punti battuti a casa.

Nato a San Diego il 30 Agosto 1918, Theodore Samuel “Ted” Williams è morto ad Inverness il 5 Luglio 2002 ed è stato eletto nella Hall of Fame nel 1966. La rivista The Sporting News lo ha inserito all’8° posto nella classifica dei cento giocatori di baseball più forti di tutti i tempi. Quello che però non tutti sanno sull’eccezionale esterno dei Red Sox è che con l’esercito americano ha partecipato alla Seconda Guerra Mondiale ed alla Guerra di Corea e proprio in Corea il 19 Febbraio 1953 rischiò la vita quando dopo essere stato colpito dal fuoco nemico in combattimento, si schiantò con il suo Jet Pantera nei pressi della base area Suwon K-13 in Corea. L’aereo di Williams strisciò a terra per oltre un miglio prima di fermarsi. L’F9F blu notte che pilotava andò distrutto ma Ted, che repentinamente aveva abbandonatò il velivolo, se la cavò solo con lievi ferite