OGGI ACCADDE: 3 FEBBRAIO 1886

Uno dei personaggi che senza alcun dubbio ha fatto la storia del baseball è sicuramente Albert Goodwill Spalding, lanciatore nato a Byron nello Stato dell’Illinois il 2 Settembre 1849 e scomparso all’età di 66 anni a San Diego in California nel 1915. In carriera Spalding ha vestito la casacca dei primordiali Rockford Forest Citys, Boston Red Stockings e Chicago White Stockings con in quali in totale ha vinto 2 titoli della storica National Association ed 1 della National League. A livello individuale per ben 6 anni consecutivi (dal 1871 al 1876) ha vinto la graduatoria per il maggior numero di partite vinte dal monte di lancio ed è stato eletto nella Hall of Fame nel 1939. A livello statistico vanta 252 successi dal mound con 248 strike out all’attivo ed una media PGL vita di 2,14; nel box di battuta batte invece 613 valide con una media battuta vita di 313 e 338 punti battuti a casa.

sticker-decorativo-logo-spalding-47001

Ma Al Spalding non è solo baseball giocato ma soprattutto un innovatore ed un promotore del nostro sport. Pensate che nella sua placca all’Hall of Fame viene definito “genio del baseball”. Spalding è l’uomo che ha scritto il primo regolamento ufficiale del baseball ed è anche stato il promotore di un Tour mondiale (che fece tappa in Nuova Zelanda, Australia, Egitto, Francia, Inghilterra ed anche Italia) che alla fine dell’Ottocento portò i più forti giocatori statunitensi in giro per il mondo a mostrare lo spettacolo del baseball. Ma Spalding non si fermò qui. Il 3 Febbraio 1886 con il fratello Walter fondò la Spalding, azienda di attrezzature sportive. Sei anni più tardi comprò le altre due aziende americane di prodotti sportivi (la AJ Reach e la Wright & Ditson) creandosi in pratica un monopolio nazionale. Per decenni la Spalding primeggia nel settore sportivo con particolare dedizione a palle e palloni non solo di baseball ma anche di calcio, pallavolo, football americano e golf