OGGI ACCADDE: 18 GENNAIO 1950

Il lanciatore destro dei Cleveland Indians Bob Feller chiede un incontro con i massimi dirigenti societari. Da ormai 15 anni pilastro della franchigia dell’Ohio si rende protagonista di una scena inimmaginabile ai giorni nostri. Infatti dopo aver chiuso la stagione 1949 con un bilancio di 15 vittorie e 14 sconfitte dal monte di lancio chiede ai proprietari della franchigia di potersi tagliare lo stipendio di 20.000 dollari sino a quando le sue prestazioni non fossero tornate allo standard abituale.

bob-feller

Robert “Bob” William Andrew Feller a soli 16 anni firma un contratto con i Cleveland Indians con i quali giocherà nelle Majors per tutta la sua carriera dal 1936 al 1956 per un totale di 18 stagioni (salta le annate ’42, ’43 e ’44 perché sotto le armi in occasione della seconda guerra mondiale). Soprannominato “Rapid Robert”, Feller nasce a Van Meter nello Iowa il 3 Novembre 1918 ed in carriera dal mound colleziona 266 vittorie con 2581 strike out ottenuti ed una media PGL vita di 3,25. A livello individuale vince 6 titoli per il maggior numero di partite vinte a stagione, 1 per la media PGL e ben 7 per le eliminazioni al piatto. Con gli Indians, che hanno ritirato la sua casacca, la numero 19, ha vinto 2 pennant della American League e soprattutto le World Series nel 1948 in finale 4-2 sui Boston Braves. Eletto nella Hall of Fame nel 1962, ha preso parte ad 8 edizioni dell’All Star Game